Una nuova stagione per Bagnoli-Coroglio?

Francesco Forte e Francesco Ruocco

Ottobre 2015

Che vi sia diffusa attenzione internazionale alle decisioni che sulla riqualificazione ambientale ed urbanistica dei siti di Coroglio – Bagnoli sono state (Decreto Legge n°133 del 12.09.2014, definito “Sblocca Italia”, convertito nella legge n. 164 dell’11 Novembre 2014 da parte della Camera dei Deputati, con correzioni, modifiche ed integrazioni (Gazzetta Ufficiale n. 262 dell’11 Novembre 2014) e verranno assunte viene testimoniato dalle 260 consultazioni avvenute del saggio redatto con Francesco Ruocco dal titolo “CoroglioBagnoli ed il decreto Sblocca Italia dopo la conversione in legge”, pubblicato nel Novembre 2014 su Academia.edu.

(…)

L’innovazione apportata dal parlamento nell’anno trascorso (con il maxiemendamento al DL Enti Locali n°78/2015 approvato in sede di conversione con Legge n°125/2015) ha condotto a specificare per il comprensorio Coroglio-Bagnoli la “Cabina di Regia” di cui fanno parte la Regione Campania ed il Comune di Napoli, ed ha confermato la scelta del “Commissario” e del “Soggetto Attuatore”. La Cabina di Regia opererà con il coordinamento del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, a svolgere il ruolo di Commissario è stato designato Salvatore Nastasi, scelto tra i dirigenti del MiBAC; il ruolo di soggetto attuatore lo si è attribuito ad “Invitalia”, società pubblica con amministratore delegato Domenico Arcuri. Il Sindaco di Napoli si opporrà all’operatività delle tre strutture dando luogo ad atti amministrativi, pur non rinunciando al dialogo da svolgere nelle sedi convenute, ma l’opposizione non preoccupa il sottosegretario….

Il saggio è consultabile e scaricabile nella sezione Proposte di Riflessione del blog

Condividi

I Commenti sono chiusi

CHI SONO
Francesco Forte (Napoli, 1939), architetto, ha concluso nel novembre del 2009 l’impegno accademico strutturato, contribuendo a ulteriori impegni formativi attraverso contratti. Professore ordinario di Urbanistica nell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” del 1991, ha diretto dal 1994 al 1998 il seminario di Urbanistica “Alberto Calza Bini”. Ha promosso l’istituzione del Centro Interdipartimentale di Ricerca in Urbanistica “Alberto Calza Bini” (CIRU), di cui ha assunto la direzione fino al 2004. Dal 2004 al 2009 ha diretto il Dipartimento di Conservazione dei Beni Architettonici e Ambientali. Ha partecipato alla fondazione del corso di laurea specialistica in “Architettura-città: valutazioni e progetto”, attivo dal 2007-2008 presso la Facoltà di Architettura di Napoli, assumendo la responsabilità didattica delle due annualità del laboratorio di Progettazione urbanistica, nonché dei corsi di Legislazione dei Beni Culturali e Diritto Urbanistico. Ha insegnato in università europee e degli Stati Uniti. Membro del collegio del dottorato in “Metodi per la valutazione integrata dei beni architettonici e ambientali”, ha contribuito allo svolgersi di molteplici tesi di dottorato, corsi di perfezionamento e master. Ha partecipato agli organi direttivi dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, di cui è socio effettivo, e partecipa tuttora al consiglio scientifico della Fondazione Astengo. E’ socio dell’Icomos Italia.
PROPOSTE DI RIFLESSIONE
la password per i lavori eventualmente protetti è mybooks
Users on page
Now online: 1
Today: 14
This week: 102
Overall: 109624